Alla scoperta della pregiata "Trifola"

Due ombre nella notte, sul far della sera: il "trifulau" ed il suo "tabui". Un uomo ed un cane che si muovono attenti nei boschi, in luoghi ben precisi, dove la natura sa ricompensare chi cerca i suoi tesori.

Il cane che fiuta e parte, verso un albero, e lì inizia a scavare, il "trifulau" lo raggiunge e lo lascia fare fino a che non vede la "trifula": eccolo il tartufo che sbuca dalla terra. Il "trifulau" lo prende con cura, ha appena raccolto una pietra preziosa delle Langhe. Tra mistero, passato e presente, il "trifulau" è sempre lì, pronto a scovare quel tubero dal gusto unico ed inconfondibile.
Ed Ezio lo sa fare benissimo, il "trifulau", fin da ragazzino, quando andare per tartufi era considerata una fonte di sostentamento. Una passione ed una necessità che ha permesso di conservare zone boschive dette tartufaie dove dimorano le piante adatte alla crescita del tubero. Tra queste le querce, sotto le quali Ezio ed il suo cane raccolgono il tartufo bianco e quello nero.
"Tra Arte&Querce" non è solo ristorante e camere: Ezio regala agli ospiti l'emozione unica della ricerca del tartufo, grazie alla sua felice intuizione che, anni fa, lo portò ad inventare le escursioni guidate tra i boschi alla ricerca del prezioso diamante delle Langhe.
Durante la ricerca, che dura circa un'ora e mezza, nel passare tra i sentieri, si ascolta, quasi in devoto silenzio, la natura. Un silenzio rotto solo dall'intensa concitazione del cane che scava la terra, e dall'attenta mano del trifulau Ezio che porta alla luce il tartufo.
Le Langhe come "mondo del tartufo", bianco o nero che sia, in cui i rumori della natura, i profumi del sottobosco, ed il rispetto degli alberi, hanno reso questo luogo del sud Piemonte, un posto incantevole ed unico. Le ricerche vengono fatte in estate fino a dicembre: per info 0173/792156 – 338/9081666

Tartufo Bianco d'Alba

Il Tuber Magnatum Pico, la "trifola" per eccellenza. E' il tartufo più pregiato e viene raccolto nelle Langhe, nel Roero ed in alcune zone del Monferrato. Profumo e sapore sono unici, ed è considerato un prodotto tipico ricercato e prezioso. Il prezzo varia in base all'andamento stagionale ed a diverse caratteristiche che ne sanciscono l'elevata qualità. Viene raccolto da metà settembre a dicembre, e la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba ne esalta l'esclusività nella cucina mondiale

Tartufo Nero

Viene raccolto durante tutto l'anno, a seconda della specie. Nelle Langhe è presente lo "Scorzone" (Tuber aestivum Vittad) e la sua buona qualità lo rende un tartufo gustoso e dal prezzo più accessibile per insaporire i piatti tipici langaroli. Nello "Scorzone" sono presenti tutti gli aromi del bosco, e il profumo è intenso e delicato